Regole di funzionamento

ORARIO D’INGRESSOdalle ore 8.20 alle ore 8.30. Deroghe all’orario stabilito (5 minuti in entrata e/o in uscita) verranno concesse a singoli alunni, previa domanda scritta, solo nei casi di comprovata e documentata necessità e il provvedimento adottato sarà riportato sul registro di classe.

RITARDI: gli alunni che arrivano in ritardo saranno ammessi alle lezioni della seconda ora, ma tali ritardi rientreranno nel conteggio delle richieste di entrata posticipata; superato il numero massimo consentito l’alunno non sarà ammesso in classe, ma sarà trattenuto nell’istituto se minorenne e di ciò saranno informati i genitori.  

ENTRATE POSTICIPATE / USCITE ANTICIPATE: le richieste di entrata posticipata  (di norma alla seconda ora di lezione)  come quelle di  uscita anticipata   (di norma all’ultima ora di lezione giornaliera) devono essere presentate in Vicepresidenza per la dovuta autorizzazione  prima  dell’inizio delle lezioni. Gli alunni minorenni, nonostante l’autorizzazione, potranno uscire anticipatamente solo se prelevati da un genitore. Saranno consentite al massimo 3 richieste di entrata posticipata e 3 richieste di uscita anticipata nel trimestre e 4 nel pentamestre, salvo deroghe per quelle dovute a visite o analisi mediche documentate, e non saranno cumulabili. Negli ultimi quindici giorni di ciascun periodo di attività didattica non saranno autorizzate né entrate posticipate né uscite anticipate .

INGRESSO POSTICIPATO E/O USCITA ANTICIPATA DELLE CLASSI: Poiché le risorse di personale docente della scuola per la sostituzione dei docenti assenti sono insufficienti alle necessità, saranno autorizzate, in assenza di docenti disponibili, ad entrare posticipatamente e ad uscire anticipatamente, con possibili variazioni d’orario, gli alunni di tutte le classi. In tal caso le classi saranno avvisate entro il giorno prima con annotazione sul registro di classe. Gli studenti sono tenuti ad informare i genitori delle variazioni di orario e ad annotarle sul libretto delle giustificazioni che sarà firmato dai genitori per presa visione.

USCITE ANTICIPATE DELLE CLASSI PER SCIOPERO: Nelle giornate di sciopero del personale (docente e/o ATA) può essere disposta l’uscita anticipata delle classi per le quali risulti impossibile provvedere alla sorveglianza. Tutte le classi sono avvisate con circolare dell’indizione dello sciopero e del fatto che non si assicura il regolare svolgimento delle lezioni, e di questo gli studenti sono tenuti ad avvisare i genitori. Per le classi che escono anticipatamente senza preavviso gli studenti sono tenuti ad informare i genitori e ad annotare l’uscita sul libretto delle giustificazioni, che sarà firmato dai genitori per presa visione e portato a scuola il giorno successivo.
 
ASSENZE: ogni alunno deve essere in possesso del libretto delle giustificazioni relativo all’A.S. 2013/2014, che deve essere ritirato in segreteria didattica. In caso di smarrimento o completamento del libretto gli alunni dovranno fare esplicita richiesta di duplicato alla segreteria.  Per le assenze superiori a 5 giorni (anche se comprensivi di festività) si deve produrre  il certificato medico di riammissione. L’assenza va giustificata il primo giorno di rientro a scuola dal docente della prima ora. Lo studente che il secondo giorno non abbia ancora giustificato, deve essere mandato in Vicepresidenza per essere ammonito con una nota disciplinare sul registro di  classe e il giorno successivo non sarà ammesso in classe senza giustificazione, se non previa autorizzazione scritta della Vicepresidenza. La decima assenza deve essere giustificata in Vicepresidenza da un genitore anche se l’alunno è maggiorenne. Se il  numero degli assenti è superiore a metà della classe il docente della prima ora  deve mandare il registro di classe in Vicepresidenza per far annotare su di esso una  ammonizione al gruppo degli assenti e consentire  che, tramite la segreteria didattica, siano convocati i loro genitori per giustificare personalmente l’assenza contattando la Vicepresidenza entro una settimana, dopo tale termine lo studente non sarà ammesso in classe fino a quando il genitore non avrà provveduto ad ottemperare a quanto richiesto.

USCITE DALL’AULA: l’uscita dall’aula deve essere autorizzata dal docente che non può, di norma, consentirla a più di un alunno per volta (e prima dell’inizio della terza ora).  Le convocazioni di alunni in Presidenza, Vicepresidenza, Segreteria, Biblioteca, … saranno effettuate con foglio scritto o con convocazione verbale dell’operatore scolastico di vigilanza che ha piena responsabilità della mansione. Gli alunni potranno recarsi di propria iniziativa in Segreteria solo durante la ricreazione o alla fine delle lezioni, in Presidenza e in Vicepresidenza nell’orario di ricevimento.

0
0
0
s2smodern
powered by social2s

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione nel web e offrire servizi in linea con le proprie preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’uso dei cookie.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccare su "Maggiori informazioni"