Responsabile e coordinatore del progetto

Prof. Marco Alessandri

Equipe di progetto
Professori: Marco Alessandri, Monica Carboni, Elvira Cavallo, Monica Grandi, Lucia Guglielmi, Simona Notaro, Luigia Paiella, Lorenzo Romeo, Antonio D’Ubaldo, Carmen Vardaro
Materie coinvolte

Trattandosi di un progetto volto all’approfondimento culturale e allo sviluppo dello spirito critico, della creatività e della dialettica interdisciplinare, tutte le materie possono essere potenzialmente coinvolte. Tuttavia la possibilità che tutti gli ambiti di studio possano risultare interessati alle iniziative rimane condizionata alla disponibilità dei docenti e alla loro progettualità didattica.

Destinatari del progetto

Gli studenti di tutte le classi e di tutti gli indirizzi, il personale docente e non docente. Ovviamente la natura delle proposte offerte dal presente progetto si presenta come una significativa opportunità per aprire le iniziative ad un pubblico molto più ampio di quello normalmente rappresentato dagli studenti frequentanti e dai loro docenti. Si auspica infatti la promozione di un'efficace pubblicizzazione degli eventi, tale da coinvolgere non solo studenti di altri istituti ma anche le famiglie dei ragazzi e gli ex-studenti, un vero e proprio allargamento al territorio degli orizzonti culturali.

Durata del progetto

Dal momento che le iniziative interne al progetto sono varie, curate da insegnanti diversi e per differenti materie, ogni singolo docente o gruppo di docenti provvederà a rendere note le caratteristiche specifiche di ogni singola iniziativa: corso, seminario, conferenza, dibattito, etc. Le indicazioni inerenti le varie azioni progettate saranno leggibili nei diversi documenti allegati al presente modulo. Vista la natura del progetto, la buona parte degli interventi si svolgerà durante il pentamestre anche se non si esclude che alcune delle iniziative vengano sviluppate a partire dalle prime settimane dell’anno scolastico.

Finalità, obiettivi e contenuti

Innanzitutto il progetto si propone di offrire un’occasione di studio e di approfondimento a tutti gli studenti che abbiano interesse ad accrescere il loro bagaglio culturale, il loro senso critico, la loro sensibilità estetica e ad acquisire nuove competenze in merito alla metodologia dello studio e alle modalità di ricerca, sia in ambito scientifico che umanistico. Tuttavia, come già evidenziato in precedenza, molte delle iniziative siano state concepite guardando al più ampio orizzonte costituito dall'intera comunità scolastica, in tutte le sue componenti.

Oggi, ancor più che in passato, è necessario tornare a pensare ad una scuola aperta, che riconosce, valorizza e pone le proprie risorse al servizio non solo degli studenti ma del territorio di cui continua a rappresentare un'insostituibile polo culturale e di aggregazione. Raggiungere tali obiettivi diverrebbe possibile dando vita ad un progetto che coordini tutte le iniziative miranti ad organizzare, soprattutto in orario extrascolastico, una serie di attività, in ambiti disciplinari diversi, volte non solo ad arricchire ed integrare quella parte dei programmi che normalmente non viene svolta con l’adeguato approfondimento ma anche a proporre una serie di iniziative complementari ai contenuti curricolari e quindi utili a stimolare la ricerca e il desiderio di conoscenza, particolarmente vivi in età adolescenziale e non solo.

Il progetto in quanto tale si presenta con una struttura aperta, atta a contenere le iniziative degli insegnati entro ovviamente i limiti della disponibilità economica.
Corsi previsti
  1. Corso: Il linguaggio dei simboli (Prof. Alessandri; 3 incontri - 6 ore)
  2. Corso: Il linguaggio dell’immagine filmica (Prof.Alessandri; 3 incontri - 6 ore)
  3. Laboratorio:Tecniche di concentrazione e meditazione (Prof.Alessandri 6 incontri-6 ore)
  4. Laboratorio: Teoria e prassi della ricerca archeologica (Biennio) (Prof.sse Luigia Paiella e Monica Grandi, 6 h in presenza Aula Magna; 2 uscite da 2h l’una)
  5. Seminario di approfondimento letterario (Quinte classi): Gozzano e i crepuscolari (Prof. Alessandri; 1 incontro - 2 ore)
  6. Seminario di approfondimento letterario (Quinte classi): Dino Campana e i Canti Orfici (Prof.ssa Guglielmi; 1 incontro - 2 ore)
  7. Seminario di approfondimento letterario (Quinte classi): Quasimodo e la stagione ermetica (Prof. Alessandri; 1 incontro - 2 ore)
  8. Seminario di approfondimento letterario (Quinte classi): Sublime romantico e “noia” decadente (Prof.ssa Paiella; 1 incontro - 2 ore)
  9. Seminario di approfondimento letterario (Quinte classi): La reificazione dell’individuo nel ‘900: Montale e Sartre (Prof.ssa Paiella; 1 incontro - 2 ore)
  10. Seminario di approfondimento letterario (Quinte classi): Pasolini e il cinema (Prof. Lorenzo Romeo; 1 incontro - 2 ore)
  11. Corso: Città e Regioni italiane nella letteratura del 900 (La nuova identità italiana) (h 8) prof.ssa Cavallo;
  12. Io sono parlata: 8 marzo scrittore, poete, pittore, filosofe, scienziate nel 900 ( 4 ore in Aula Magna ) prof.ssa Cavallo;
  13. Corso: Il lavoro nella letteratura e nei film del 900 (h.8); ( 4 ore in Aula Magna ) prof.ssa Cavallo;
  14. Cineforum: L’epica classica nel cinema contemporaneo – Proiezione delle opere La migliore offerta (G. Tornatore); O brother, where are thou? (Fratelli Coen) (Prof.ssa Lucia Guglielmi, 4h)
  15. Sperimentazione didattica: Per una grammatica... di classe (Prof.ssa Lucia Guglielmi, Simona Notaro, Monica Carboni, Carmen Vardaro)
  16. Progetto iSPEX (Prof. Antonio D’Ubaldo)
  17. Olimpiadi di Italiano (2h per il Coordinamento)

Per notizie più dettagliate sulle singole iniziative verranno in seguito allegate specifiche schede.

Risultati attesi e prodotto finale

Anche in questo caso non si può parlare di risultati attesi o di un prodotto finale se non in termini molto generici, non essendoci prove di verifica dei livelli raggiunti e quindi forme specifiche di valutazione. Un’ iniziativa di questo genere trova il suo risultato e il suo valore intrinseco nel suo stesso realizzarsi in quanto occasione culturale. Un valido indicatore del successo può, ad esempio, essere rappresentato dal numero di partecipanti ai singoli corsi, incontri, conferenze, seminari, concorsi. La crescita culturale e lo stimolo alla ricerca ed al lavoro autonomo, che sono il fine del Progetto, potrebbe essere misurato anche attraverso i miglioramenti fatti registrare dai ragazzi durante l’attività didattica curricolare o la positiva percezione del Liceo Enriques in ambito territoriale. Non si esclude che una singola iniziativa possa, per le sue caratteristiche, offrire la possibilità di una più capillare registrazione e valutazione dei risultati.